Chirurgia plastica: quali interventi fare in base all’età

46 rinoplastica

La chirurgia plastica ha nel corso degli anni fatto notevoli passi in avanti permettendo di raggiungere livelli impensabili fino a poco tempo fa, con un aumento qualitativo unito ad una maggiore sicurezza. Sono sempre di più infatti le persone, di tutte le età, che ricorrono ad interventi di chirurgia plastica per correggere i difetti che il loro aspetto mostra. Si parla infatti di chirurgia plastica correttiva e possiamo suddividere i vari interventi in base alle diverse fasce d’età. Questa schematizzazione è interessante e utile anche perché permette di comprendere quale sia il periodo migliore per ricorrere a determinati interventi, in quanto il fisico risponde in maniera diversa con il passare degli anni.

Le età per ricorrere ad interventi di chirurgia plastica

A richiedere interventi di chirurgia plastica correttiva sono persone che hanno diverse fasce di età; vediamo quindi di suddividere i principali interventi in base agli anni in cui è preferibile eseguirli, ottenendo in questo modo risultati migliori e duraturi. In tutte le fasce d’età può sentirsi l’esigenza di intervenire sul proprio fisico e sono tante le possibilità offerte dalla moderna chirurgia plastica. Per ognuno di questi interventi è sempre importante richiedere il consulto del medico che saprà indicare l’utilità di ogni singolo trattamento e le eventuali criticità, soprattutto legate alla propria età e alle condizioni del proprio fisico.

Dai 20 ai 30 anni

Uno dei primi interventi che è preferibile fare in questa fase giovanile della propria vita è quello della liposuzione, ovvero l’operazione che va a rimuovere il grasso sulle braccia, l’addome, i glutei, le cosce e le ginocchia. Si consiglia di eseguire questo intervento non oltre i trent’anni in quanto il fisico necessita di ripristinare l’elasticità della pelle. Un altro intervento di chirurgia plastica molto importante è quello della rinoplastica, ovvero quell’intervento che permette di modificare le dimensioni e la forma di alcuni parti del viso. È bene ricordare che ovviamente la rinoplastica effettuata per motivi estetici darà armonia e piacevolezza al vostro viso. La mastoplastica additiva, invece, è quell’intervento che interviene sul seno migliorandone la forma e il volume.

Dai 30 ai 40 anni

In questa fase di crescita e maturità del fisico è consigliabile eseguire altri tipi di interventi, tra cui l’addominoplastica, con la quale eliminare le varie smagliature, specie quelle provocate dal parto e dalla gravidanza. Alcuni importanti interventi laser permettono inoltre di proteggere le macchie provocate da una gravidanza e quelle per donare nuova compattezza alla pelle.

Dai 40 ai 60 anni

Eseguire interventi di chirurgia plastica in questa fascia d’età permette di correggere imperfezioni della pelle più consistenti. Tra i principali interventi troviamo il lifting per cosce e braccia, capace di riposizionare i tessuti; la blefaroplastica, con la quale intervenire sulle palpebre in modo da donare freschezza a questa parte del viso e la mastopessi, che permette di donare nuova tonicità al seno. Infine vanno ricordati anche gli interventi di botox e acido ialuronico per il lifting delle rughe e l’intervento di radiesse, con il quale ridefinire il contorno del viso e donare nuova elasticità e tonicità ai tessuti.