Scegliere una barca usata: ecco i consigli utili per non sbagliare

61 barca a vela

State prendendo in considerazione l’idea di acquistare una barca usata? La decisione è sicuramente delle migliori, ma è bene avere chiaro il quadro degli aspetti da valutare per non sbagliare nella scelta. Ogni amatore, o aspirante tale, ha i suoi gusti e le sue disponibilità, ma è sempre meglio valutare con attenzione l’acquisto di una barca usata per essere certi di fare un acquisto conveniente.

Il prezzo e il valore

Un primo elemento da considerare è che del valore complessivo almeno il 70% è costituito da particolari che, nel corso del tempo, vanno cambiati. Ecco quindi che è bene considerare l’anzianità di una barca per stimarne il suo valore.

I lavori di manutenzione

Quando si decide di acquistare una barca usata è fondamentale preventivare di spendere anche nei lavori di manutenzione per sistemarla e, soprattutto, per mantenerla e ormeggiarla durante tutto l’anno, anche quando non viene utilizzata.

Gli accessori

Molti annunci di barche usate ostentano grandi accessori e gadget. In realtà questi non incidono sulla navigazione vera e propria ed è bene valutarli attentamente anche perché la loro presenza non significa che non debbano essere sostituiti (come visto precedentemente). Un aspetto fondamentale è quello dell’ormeggio: per avere un ormeggio sicuro l’ancora sarà la prima cosa da sostituire.

Il motore e l’albero

Tra i componenti più delicati e più importanti di una barca ci sono sicuramente il motore e l’albero. Questi devono essere esaminati attentamente per comprendere il reale valore di una barca usata e se l’acquisto conviene davvero. È bene ricordare che circa ogni trentamila miglia bisognerebbe sostituire il sartiame, così come ogni decina di anni andrebbe verificato lo stato dei bozzelli, degli arridatoi, della scassa e dell’albero. Stesso discorso per il motore che in media ogni vent’anni necessita di una revisione approfondita o di una sostituzione completa.

Le dimensioni

Sì, le barche grandi sono più affascinanti e spaziose, ma inevitabilmente anche più costose, sia nella manutenzione che nell’acquisto. Ecco quindi che è preferibile valutare la scelta della dimensione della barca in base alle necessità e alla velocità effettiva che sarà possibile raggiungere.

Il ponte in legno

L’eleganza e il fascino si pagano, sempre. Il discorso vale anche nel caso del ponte in legno, dove i costi di manutenzione aumenta e appesantisce la barca.

Le cabine

Soprattutto per i tragitti di navigazione più lunghi è bene valutare la posizione delle cuccette e delle cabine. Non è tanto una questione di lusso, ma di reale comodità durante la navigazione e per riposare in maniera ottimale mentre si è in viaggio.

Sicurezza e affidabilità

La scelta di una barca usata è molto delicata, ma molto spesso incidono più le valutazioni “di pancia”, legate alla bellezza che questi mezzi suscitano, rispetto al loro livello di sicurezza o alla loro affidabilità. Meglio non rischiare e preferire modelli sicuri e certificati.

Infine ponderare bene la scelta, senza troppa fretta, guardandovi bene intorno e provando in acqua il mezzo che volete acquistare, in modo da rendervi pienamente conto del livello in cui si trova e se vale veramente l’acquisto.